prima edizione baldo bike event 01-05-2010

Ad un attimo dal lago di Garda...tra vigneti boschi del Monte Baldo e rive dell'Adige

Lunghezza dichiarata : 43 km

Dislivello : 1200 mt

Arrivati : 169 atleti

Classifiche ufficiali (LINK)






recensione

Il mio pettorale : n° 99
Il tempo: 2h;38m;04s (quello che ho preso col mio cronometro in attesa di classifica ufficiale)
Posizione di arrivo: non ho idea, in fondo, ma non ultimo penso.
Km: 42 dichiarati, 41.5 al mio conta km.
Meteo: tranne un colpo di nuvolo poco prima della partenza sole e umidità alta, quindi sensazione di caldo intensa. Almeno per me!

Prima gara in mtb che faccio, quindi si va alla scoperta del mondo agonistico su due ruote...
...a pedali.
Conosco molto poco dei sentieri della zona, per fortuna mi orizzonto con le strade asfaltate che consoco meglio e i paesi vari della zona. Bei paesaggi anche se in "trance agonistica" non è che ti guardi tanto in giro. Partenza un po' concitata, almeno per me che è la prima volta. La posizione in griglia di partenza mi fa trovare circa ad un terzo del gruppo, alla prima curva (a sx) dopo 50 metri c'è chi prova a superarmi a sx anche se lo spazio tra me e la transenna e di 20 cm... e si va di
scontro fisico. Meno male che non son proprio magrolino e resto in piedi. Il gruppo parte a bomba, mi passa un sacco di gente ma li lascio fare, il mio obbiettivo è arrivare in fondo entro il tempo massimo e senza ossa rotte! I primi km vanno veloci, saliscendi leggeri e un solo strappo impegnativo di pochi minuti. Il cuore però mi dice che l'impegno fisico non è poco. Intorno al 10km, come dice anche la mappa del percorso, salita impegnativa (Berra-Rubiana). Devo dire che son stati i km più impegnativi di tutto il giro. Per fortuna il fondo da una certa aderenza e si riesce a
tenere una pedalata costante. La "strada" poi offre dei momenti di respiro e altri pezzi duri, alcuni con fondo molto cedevole che obbliga a scendere dalla bici. Poco prima del GPM per fortuna ristoro! Riempio la borracia, mezza banana e "dose" di maltodestrine o simili trovate nel pacco gara. Inizia la discesa, veloce e con tratti in pietrisco. Ci sono alcuni passaggi in rigagnoli d'acqua ma nulla di fastidioso. Purtroppo verso la fine della discesa cado dalla bici, non ho ben capito come ho fatto. Ero in quasi scia di uno, mi trovo un ramo davanti spostato da quello davanti e per evitarlo freno e mi sposto un po' sulla destra. Devo aver preso una radice o un sasso perchè ad un certo punto sento la ruota dietro che si alza! Mollo il freno davanti sperando di rimanere dritto ma invece mi ritrovo a volare verso la vegetazione. Quando mi alzo, quasi subito, mi sento della roba in boca... sono alcuni rami che simpaticamente e non so come mi si sono infilzati sul palato. Tolgo tutto con le mani ma resta la senzazione di avere altro impigliato. Con le dita e con la lingua sento come delle spine. Altri danni, a parte un po' di graffi sulla spalla mi pare di non averne. E per fortuna che avevo il casco, credo che ho rotto alcuni rami di testa, o per lo meno piegati nell'atteraggio. Riprendo a scendere, piano e sputando sangue, letteralmente! Alla fine della discesa mi fermo all'ambulanza, mi danno una pulita con garza imbevuta di non so cosa e mi dicono anche che non sembra nulla di grave. Decido di continuare fino al traguardo, che pensavo relativamente vicino. Seguono altre discese, alcune fatte abbastanza piano dopo la caduta, e arrivo al passaggio tra canale e autostrada. La ferita in bocca non mi da tanto fastidio per fortuna, ed ho smesso di sputare saliva rossa... Il giro prosegue seguendo un pezzo di ciclabile, che ha dei tratti in salita non
da scherzo. Mi vedo davanti alcuni concorrenti e provo ad andare a prenderli, in salita mi faccio sotto ma in discesa mi ridistanziano. Gli ultimi 10 km sono tutto un su è già con strappi anche duri. Inizio ad essere stanco e non vedo l'ora di arrivare. Fortuna vuole, o grazia da parte degli organizzatori, che l'utimo km e quasi piano e consumo le ultime energie in vista della linea del traguardo.

Bella esperienza, anche se condizionata dalla caduta. Il meteo per fortuna è stato buono, anche troppo caldo per i miei gusti!

"Pelle"